Che fine ha fatto la Marosova, compagna del noto criminale Karol Mello?

Karol Mello

Poche settimane dopo che l’imputato sospetto di un duplice omicidio Karol Mello è scomparso qualche settimana fa, è sparita dalla circolazione anche la sua compagna, l’attrice Zuzana Marosova, scrive il quotidiano Pravda. Dopo aver partecipato a diversi episodi della serie televisiva Ordinacia v ruzovej zahrade (l’Ambulatorio nel Giardino delle rose), mandato in onda dall‘emittente televisiva privata Markíza, la Marosova ha improvvisamente rassegnato le dimissioni ed è scomparsa. Molto probabilmente ha preso suo figlio e si è unita a Mello, come già accadde prima dell’arresto di Mello in Polonia lo scorso autunno.

Markiza avrebbe detto che l’attrice ha addotto quale ragione delle dimissioni la cattiva salute. «È stato un accordo senza problemi», ha detto la portavoce del canale tv Olga Dubravska.

L’attrice aveva vissuto in fuga con Mello quasi quattro anni prima che quest’ultimo venisse fermato a Cracovia, in Polonia. Anche se la Marosová sapeva che il suo compagno è ricercato a livello internazionale e non lo ha denunciato alle autorità, la Polizia non può perseguirla.

L’ex capo della Polizia, Anton Kulich, ha sottolineato che non è un crimine accompagnarsi ad un accusato. «La Polizia dovrebbe provare che ha aiutato direttamente l’imputato, il che è molto difficile», ha detto Kulich. Inoltre, secondo il Codice penale, i parenti stretti dei criminali ricercati non possono essere perseguiti, anche se li hanno aiutati nella fuga.

Mello è sparito un mese fa prima che la Polizia avesse in mano un mandato di cattura internazionale appena emesso. Purtroppo, i media e certamente anche l’imputato erano venuti a conoscenza del mandato di cattura prima ancora della Polizia e Mello ha pensato bene di svignarsela, si pensa in Kosovo, Paese del quale la Slovacchia non ha riconosciuto l’indipendenza, e con il quale non ha relazioni ufficiali.

Mello è ritenuto avere ucciso a colpi di arma da fuoco nel 2004 un bambino e una donna a Most, nella regione di Bratislava, ed era stato scarcerato in maggio dopo una sentenza della Corte regionale di Bratisalva che smentiva altro provvedimento emesso dalla Corte distrettuale della capitale. Mello fu arrestato in Polonia nell’ottobre 2010 dopo essere stato irreperibile per cinque anni. L’obiettivo vero di Mello sembrava essere un ex poliziotto. Il caso divenne noto in quanto la sua fidanzata Zuzana Marosova dichiarò con insistenza la sua innocenza.

Il caso è stato costellato di errori giudiziari e del Corpo di Polizia che hanno fatto gridare allo scandalo molti politici.

(Fonte Pravda)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google