S&P alza il rating della Slovacchia. Radicova: riconoscimento nostra politica responsabile

L’agenzia di rating internazionale Standards & Poor ha comunicato ieri di aver migliorato il rating della Slovacchia a lungo termine dandole un A+ (il quinto miglior livello) e di aver cambiato l’outlook da stabile a positivo. L’agenzia ha commentato che il «decennale sentiero di riforme economiche e fiscali della Slovacchia, la sua potenziale forte crescita e il suo moderato – anche se leggermente in aumento – onere del debito» sono stati abbastanza per aggiornare la sua valutazione. L’amministrazione del Primo Ministro Iveta Radicova, al potere da 13 mesi, si è impegnata a tagliare il deficit di bilancio a meno del 3% del PIL entro il 2013 da circa l’8% degli ultimi due anni. Il Governo ha l’obiettivo già quest’anno di ridurre il deficit pubblico al 4,9% del PIL.

Subito dopo averlo appreso, la Radicova ha detto con soddisfazione che la buona notizia per la Slovacchia «è una conferma che la politica del nostro Governo responsabile ha dato i suoi frutti. Le misure di consolidamento delle finanze pubbliche e la stabilizzazione dell’economia sono l’unico modo per proteggere e aumentare gradualmente il tenore di vita dei cittadini della Slovacchia», ha sottolineato. La decisione dell’agenzia di rating, inoltre, giunge in un momento in cui molti membri della Zona Euro si trovano ad affrontare una situazione opposta con i loro rating declassati per le complicazioni della crisi del debito nell’Unione Europea. La Radicova considera una delle maggiori priorità anche la discussione di un disegno di legge costituzionale sulla responsabilità di bilancio, per fissare un tetto al debito pubblico.

Secondo il Premier, la Slovacchia è un’economia aperta che dipende in gran parte dal successo dei suoi maggiori partner nell’Unione Europea – e dall’esito della crisi della Zona Euro. «Tuttavia, la parte più importante della soluzione è che ogni singolo Paese faccia il suo dovere, comportandosi in modo responsabile, risparmiando e introducendo riforme», ha detto la Radicova.

L’analista Vladimir Vano di Volksbank Slovakia ha detto che l’aggiornamento del rating è una dimostrazione di fiducia dell’agenzia nella capacità del Governo di consolidare le finanze pubbliche. «La riduzione del disavanzo deve essere la priorità principale della politica economica slovacca, anche a costo di passaggi dolorosi e impopolari», ha detto l’analista.

Anche il Ministero delle Finanze slovacco, vero cane da guardia del consolidamento, ha fatto sapere di salutare con gioia la notizia, «che conferma la posizione di leadership della Slovacchia all’interno della regione centrale europea. Il Ministero delle Finanze terrà duro nel suo piano di spremere il deficit di finanza pubblica al 3,8% del PIL già nel 2012», ha detto il portavoce ministeriale Martin Jaros.

(Fonte Sita/Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google