Calcio: lo Slovan cerca la conferma a Roma, i giallorossi la vendetta

Stasera allo Stadio Olimpico a Roma si gioca il ritorno del match d’esordio dei preliminari di Europa League: Roma contro Slovan Bratislava. Gli slovacchi gliel’hanno suonata all’andata (1:0), e ora la squadra italiana dovrà recuperare. Ma il nuovo tecnico Luis Enrique è stato bravo a mettersi contro almeno metà dei giocatori già alla prima uscita della stagione, e lasciando fuori Totti fino agli ultimi minuti della partita ha attirato subito commenti velenosi. Anche ieri, Enrique diceva che la Roma non è solo Totti e che con lui giocano solo i giocatori che si allenano bene in settimana, e poi il risultato non è importante in questa fase (!) ma è fondamentale che la squadra esprima la sua idea di gioco, ha detto. E l’allenatore non cambia la sua intenzione di rendere nota la formazione che entrerà in campo appena 90‘ prima del fischio di inizio. E non farà nessuna preferenza, nemmeno Totti sa se giocherà.

Nel frattempo l’allenatore dello Slovan, Vladimir Weiss, ritiene che sarà una gran partita, soprattutto se ci sarà Totti, lui rappresenta Roma, ha detto. «È per personaggi come lui che bisogna andare a vedere il calcio», ha spiegato, ritenendo che sarà uno scontro duro, e sperando che si ripeterà l’opportunità di vincere come è successo a Bratislava.

I giallorossi all’Olimpico devono fare almeno due gol di scarto per ribaltare l’esito negativo dell’andata. L’imperativo è vincere e qualificarsi alla fase a gironi. Un’eliminazione sarebbe catastrofica per la nuova gestione del presidente americano DiBenedetto che ha acquistato la squadra appena sette giorni fa.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google