Gli operatori di telefonia mobile non vogliono pagare la proroga delle licenze e fanno ricorso

Slovak Telekom, il più grande operatore telefonico in Slovacchia, si rifiuta di pagare i 48 milioni di euro per la proroga della sua licenza mobile per i prossimi 10 anni e, secondo le informazioni del quotidiano Hospodarske Noviny, sta per presentare ricorso all’Ufficio delle Telecomunicazioni (TU). «Loro (Slovak Telekom) daranno battaglia per principio sul prezzo fissato dall’Ufficio, così sperano di non dover pagare nulla» alla fine, ha detto Joseph Orgonas della rivista PC Revue.

L’Ufficio delle Telecomunicazioni ha basato il calcolo del canone per il prolungamento della licenza sulla previsione futura del numero di clienti di T-Mobile (il marchio di telefonia mobile di Slovak Telekom) e sul suo fatturato stimato. Secondo Orgonas, il prezzo è legittimo, ma è troppo alto rispetto ai 5 milioni di euro richiesti al gestore O2 Telefonica pochi anni fa.

Anche Orange ha presentato ricorso contro la decisione dell’Ufficio delle Telecomunicazioni, il quale ha tempo 30 giorni per decidere sul ricorso.

Due settimane fa l’autorità di regolamentazione del settore aveva deciso che T-Mobile dovrebbe pagare 47,8 milioni di euro per la sua licenza, mentre Orange dovrebbe sborsare 40,7 milioni.

Gli importi delle licenze sono stati fissati in modo da riflettere i ricavi mensili degli operatori nel 2016, ma l’Ufficio delle Telecomunicazioni non ha spiegato il motivo per cui ha optato per questo particolare indicatore.

(Fonte Hospodarske News/Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google