Belousovova: i sindaci dovrebbero almeno avere un’istruzione secondaria per poter lavorare in modo efficiente

Il deputato Anna Belousovova, ora indipendente ma eletto con l’SNS (Partito Nazionale Slovacco), ha detto ieri in una conferenza stampa che vuole presentare una proposta perché tutti i sindaci in Slovacchia debbano almeno aver completato il liceo. Secondo la Belousovova, ci sono sindaci che vengono da comunità di persone disadattate (senza dirlo si riferiva ai rom – NdR) che non hanno nemmeno l’educazione elementare e spesso sono ‘parassiti’ del sistema che distribuisce le risorse finanziarie di un villaggio, usufruite poi dai cittadini che non creano tali risorse.

La Belousovova sottolinea che molti di questi sindaci eletti da comunità emarginate sono analfabeti e non sono in grado di gestire il budget economico del Comune. Richiesta se il suo emendamento non fosse in contraddizione con la Costituzione, lei ha risposto che la Costituzione prevede per tutti il diritto all’istruzione. «Se qualcuno non fa uso di questo diritto, allora non dovrebbe essere messo in condizione di ottenere posizioni», ha detto, aggiungendo che, secondo la normativa vigente, solo le persone di 25 anni o più possono adempiere al ruolo di sindaco. «Se vi è un limite di età, perché non può esservi per il grado di istruzione?», si è chiesta.

La proposta della Belousovova è contro i principi della democrazia, ha commentato il Ministro dell’Interno Daniel Lipsic (Cristiano-Democratici / KDH). Per Lipsic non vi è alcuna possibilità che si adotti tale idea. La Slovacchia è uno Stato democratico e i candidati sono eletti direttamente dal popolo.

«La democrazia ha i suoi pro e i suoi contro. Tra i contro vi è che, a volte, si eleggono persone del tutto inadeguate, per motivi di educazione o di morale o di carattere. Ma questa è la democrazia», ha detto Lipsic.

(Fonte Tasr)

2 comments to Belousovova: i sindaci dovrebbero almeno avere un’istruzione secondaria per poter lavorare in modo efficiente

  • AR

    Non sono a favore di SNS, ma se una legge – votata da parlamentari scelti democraticamente dai cittadini – attestasse il livello minimo degli studi per poter diventare sindaco, non ci sarebbe niente di anti-democratico.
    E’ come stabilire l’età minima per poter essere eletti.
    Così si potrebbe stabilire il titolo universitario (o almeno la conclusione della scuola dell’obbligo) come livello minimo per poter essere eletti.

  • PS

    Completamente d’accordo, la pubblica amministrazione (e in certo modo la democrazia) non funziona senza regole certe e un minimo di garanzie di capacità di buona amministrazione

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google