Gli investitori stranieri al nuovo Parlamento: parlate con noi

Un’associazione informale di Camere di Commercio Estere, costituita da imprese provenienti da otto paesi, chiede ai parlamentari neo-eletti, e al prossimo Governo, di impegnarsi a un dialogo aperto e costruttivo con il mondo degli affari; lo ha comunicato ieri alla TASR la portavoce della Camera di Commercio degli Stati Uniti (AmCham) Julia Hurna. I temi chiave, secondo la Hurna,  dovrebbero concentrarsi sul rafforzamento del contesto imprenditoriale in Slovacchia. Le aziende considerano un sistema giudiziario indipendente, e la sua riforma, la cosa più importante su cui lavorare. «In particolare, si dovrebbero creare misure volte a migliorare l’applicazione della legge, a ridurre le imposte, e a rendere più efficace il collegamento tra la scuola e il mercato del lavoro. Inoltre, è necessario puntare molto sul turismo e sulle politiche finanziarie che creino opportunità per le piccole e medie imprese », suggerisce l’associazione, che rappresenta una piattaforma per le imprese di Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Germania, Svezia, Paesi Bassi, Spagna e Irlanda. Gli investitori disposti a svolgere la loro attività in Slovacchia pensano sia necessario varare definitivamente l’eGovernment, cioè l’accesso elettronico a informazioni e servizi pubblici, e che la legge in materia di appalti pubblici debba essere rinnovata.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.