I farmacisti lanciano una petizione contro la nuova legislazione sui farmaci

I proprietari delle piccole farmacie slovacche ieri hanno lanciato una petizione contro la nuova legislazione sui farmaci, che dovrebbe essere discussa in Parlamento il mese prossimo. L’obiettivo dichiarato dell’iniziativa, chiamata ‘Farmacisti ad alta voce’, è di mantenere il carattere di ‘assistenza sanitaria’ delle farmacie. Il disegno di legge proposto è presumibilmente negativo, promuove gli interessi delle imprese a scapito dei pazienti. Gli organizzatori vogliono raccogliere almeno 2.000 firme prima di presentarle al Parlamento.

I farmacisti chiedono il divieto di costituire catene farmaceutiche e programmi di fidelizzazione, l’introduzione dell’obbligo per le persone che gestiscono farmacie di avere una formazione specialistica nel campo della farmacologia. Inoltre, vogliono che gli individui e le società debbano gestire una sola farmacia pubblica, in linea con gli standard europei.

Le aziende farmaceutiche intanto continuano a fare pressioni contro i cambiamenti previsti ai prezzi dei farmaci che dovrebbero essere introdotti da una nuova normativa. Le proposte del Governo mirano a ridurre i prezzi dei farmaci, facendoli passare dal sesto livello più basso in UE al secondo più bassi. Le società farmaceutiche sostengono che non varrà più la pena di vendere alcuni farmaci in Slovacchia, e minacciano che alcuni di questi potranno anche scomparire dagli scaffali.

(Fonte Sme)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.