Disegno di legge: i parlamentari slovacchi potrebbero rinunciare volontariamente all’immunità

I parlamentari slovacchi potrebbero decidere di rinunciare alla loro immunità su base volontaria, secondo una proposta di modifica costituzionale preparata dai deputati Marian Kvasnicka (Cristiano-Democratici / KDH) e Andrej Durkovsky (Indipendente, ex KDH).

La normativa sarà presentata alla sessione parlamentare di settembre e, se approvata, dovrebbe entrare in vigore dal 1° novembre. Questa proposta potrebbe superare le resistenze incontrate da altre proposte di rinuncia totale dell’immunità che non hanno trovato sufficiente sostegno dai deputati. Per una modifica costituzionale, infatti, è necessaria una maggioranza qualificata di tre quinti dell’Assemblea legislativa, 90 seggi su 150. E l’attuale maggioranza di Governo può godere di solo 70 voti.

«Il privarsi dell‘immunità parlamentare su base volontaria renderebbe i parlamentari più uguali agli altri cittadini», sostengono Durkovsky e Kvasnicka, aggiungendo che la sola immunità che dovrebbe rimanere per i parlamentari sarebbe quella per le loro dichiarazioni fatte in Parlamento e per il voto. Secondo la normativa vigente, l’immunità per le loro attività in Parlamento rimane valida anche se scade il mandato. Ciò non verrà modificato dalla nuova legge.

Durkovsky e Kvasnicka sottolineano che l’immunità dei parlamentari non solo protegge i parlamentari dai procedimenti giudiziari per il loro lavoro in Parlamento, ma è anche uno scudo  per il perseguimento di crimini commessi fuori dal Parlamento e per la custodia che ne conseguirebbe. Se la legge passerà, non sarà più necessaria l’approvazione da parte del Parlamento per avviare azioni penali contro un parlamentare se lui o lei rinunciassero alla propria immunità.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google