Dal 2013 niente canone per la tv pubblica slovacca, che vivrà solo del bilancio statale

La Radio e Televisione della Slovacchia (RTVS) non riceverà più due tipi di risorse finanziarie: i diritti per i suoi compiti di servizio pubblico (prima chiamati canoni di concessione o licenze), e i fondi del bilancio statale che sono frutto di una convenzione con lo Stato. È ciò che emerge da una decisione di ieri del Governo, che ha approvato un emendamento al disegno di legge RTVS in cui è prevista l’abolizione del canone.

Il Ministero della Cultura ha suggerito che la RTVS dovrebbe essere soprattutto finanziata con risorse di bilancio, in particolare con una somma pari allo 0,142% del PIL della Slovacchia per l’anno precedente. Di conseguenza, l’istituzione deve ricevere 93,78 milioni di euro nel 2012. Questo valore supera leggermente il minimo previsto per legge di 90 milioni di euro dati alla RTVS ogni anno al fine di garantire il suo funzionamento di servizio pubblico.

L’idea di rottamare i diritti di licenza non piace al Ministero delle Finanze, che ha preso le distanze da ciò che vede come un eccessivo finanziamento da parte dello Stato per coprire il buco lasciato dal canone perduto.

Il progetto suggerisce inoltre che lo stipendio del capo della RTVS debba salire di 4-7 volte in più dello stipendio medio del paese, il che porterebbe a una retribuzione mensile del direttore generale a oltre 5.300 euro.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google