Polizia accusa Ruda di altri 11 crimini per la frode delle Olimpiadi invernali per i sordi

L’Ufficio per la Lotta contro la corruzione ha ampliato l’elenco di accuse contro l’ex presidente del Comitato Organizzatore per le 17esime Olimpiadi invernali per i non udenti, Jaromir Ruda, ha annunciato ieri la portavoce della Polizia, Denisa Baloghova. Secondo la Baloghova, la somma stimata che Ruda avrebbe acquisito frodando, durante l’organizzazione dell’evento sportivo, è cresciuta di oltre 1,44 milioni di euro per un totale di 12,5 milioni. Alla fedina penale di Ruda si aggiungono così altri 11 reati.

Ruda è già stato condannato per appropriazione indebita. Ha avuto una condanna a 13 anni in una prigione di media sicurezza e la confisca dei beni. Inoltre, la Corte ha dichiarato colpevole anche il suo notaio, Stanislav Furda, col reato di appropriazione indebita, e lo ha condannato a 14 anni in una prigione di media sicurezza, più di un anno di divieto della professione notarile e la confisca della proprietà.

Secondo il giudice, Ruda e Furda hanno sottratto insieme i soldi stanziati per la preparazione delle Olimpiadi per i sordi che avrebbero dovuto svolgersi negli Alti Tatra all’inizio di quest’anno. L’evento è stato poi annullato a causa della presunta frode. Ruda ha preso in prestito circa 10 milioni di euro da almeno quattro società. Egli non li ha mai rimborsati e non ha mai fornito una documentazione delle spese. Secondo la Baloghova, Ruda ha anche guadagnato almeno un altro milione di euro da parte dei rappresentanti dei singoli comitati dei giochi olimpici per i sordi, ma non ha di certo usato quel denaro per gli scopi dichiarati.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.