Raccolta del pedaggio autostradale a 88 milioni nei primi sette mesi. Figel: rivediamo il contratto

Le entrate della Slovacchia dalla raccolta del telepedaggio autostradale ammontano a 88,3 milioni di euro nei primi sette mesi di quest’anno, in forte aumento (+15,5%) sui 76,5 milioni raccolti nello stesso periodo del 2010. Nel mese di luglio, il pedaggio ha fatturato più di 12,7 milioni, in calo del 3,3% dal mese di giugno, a seguito di un andamento simile a quello dello sviluppo mensile visto nel 2010.

La riscossione del pedaggio nel mese di luglio è stata influenzata dalla stagione estiva e la minore necessità di trasportare merci nella regione centro-europea, secondo il gestore del sistema, la società SkyToll. Gli autotrasportatori stranieri hanno contribuito al 43% dei ricavi complessivi, ha detto Anton Bodis di SkyToll. Del fatturato di luglio, quasi 8,1 milioni di euro sono stati raccolti dal traffico di autostrade e strade a doppia carreggiata, mentre i restanti 4,6 milioni provenivano dall’uso di sezioni selezionate di strade di prima categoria.

Il Ministro dei Trasporti Jan Figel (KDH), nel frattempo, pensa che il rapporto contrattuale tra la Società Nazionale delle Autostrade (NDS) e il gestore del sistema di pedaggio elettronico SkyToll debba essere modificato, in quanto svantaggioso per lo Stato, a tutto vantaggio dell’operatore privato. Il contratto, ha detto Figel l’altro ieri, «che è molto impegnativo, è stato chiuso per tredici anni», ed è una delle ragioni per cui ora il sistema è in rosso, il che certo non va bene.

Oltre a strumento di modernizzazione e mezzo per rendere più fluido il traffico, il pedaggio raccolto deve anche consentire piani di sviluppo, dato che «è anche una fonte per la manutenzione e lo sviluppo della rete stradale», ha continuato Figel. Il sistema è in funzione da quasi due anni, ma è tuttora in dubbio se la gara pubblica fatta a suo tempo sia valida o meno, questione ancora irrisolta tra la Slovacchia e la Commissione Europea dopo che quest’ultima ha espresso le sue riserve per un conflitto con la legge europea. «Ho intenzione di prevenire ulteriori sanzioni contro la Slovacchia […]. Se i cittadini slovacchi hanno dovuto pagare per un’offerta troppo costosa, non dovrebbero comunque sostenere altri costi se Bruxelles ci sanziona», ha detto Figel.

(Fonte Sita)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google