Tangente per i Campionati di Biathlon. Radicova offre seconda chance alla Federazione slovacca

Dopo le mancate Paralimpiadi invernali dei Non Udenti, che sono saltate lo scorso febbraio sugli Alti Tatra per una truffa portata a termine dall’organizzatore, adesso anche il Campionato Europeo di biathlon 2012, assegnato alla Slovacchia e da realizzarsi dal 27 gennaio al 2 febbraio del prossimo anno a Osrblie, vicino a Brezno, sono a rischio per un affare di tangenti.

L‘ex Ambasciatore slovacco in Kenya Igor Liska è il personaggio principale coinvolto nella corruzione legata alla ricostruzione del campo di biathlon a Osrblie (nella regione centrale di Banska Bystrica). Liska è stato direttore del dipartimento del protocollo diplomatico sotto l’ex Ministro degli Esteri Eduard Kukan (ora europarlamentare per SDKU-DS), e fu nominato a capo della missione diplomatica in Kenya (con mandato anche per alcuni paesi vicini) nel giugno 2005.

Secondo la ricostruzione della Polizia slovacca, Liska avrebbe chiesto una bustarella per la negoziazione del contributo, poi stanziato dal Governo per l’organizzazione, del valore di 1,6 milioni di euro per la ricostruzione della struttura. Liska avrebbe ricevuto 30.000 euro il 29 giugno in un ufficio della società che sta effettuando i lavori. La Polizia lo ha arrestato dopo aver preso la tangente, assieme ad altre due persone, come informava il Ministro dell’Interno Daniel Lipsic. Liska e il suo avvocato Rastislav Urbani negano le accuse. Secondo la Polizia, gli accordi prevedevano una bustarella del 10%.

Il giornalista sportivo Ivor Lehotan, uno dei vicepresidenti dell’IBU (Unione internazionale biathlon) e ora a capo del comitato organizzatore della manifestazione slovacca, aveva affermato che l’evento potrebbe essere spostato in altra sede, considerando che il Primo Ministro Iveta Radicova aveva annunciato che il Governo non avrebbe finanziato la ristrutturazione dell’impianto. La bustarella, infatti, unita al continuo aumento dei costi per i lavori, ha insospettito l’Esecutivo con il timore che le cifre siano state gonfiate ad arte dalle persone coinvolte.

La Radicova, che venerdì ha visitato la località dove si dovrebbero tenere i giochi fra soli cinque mesi, è tornata sui suoi passi, dicendosi pronta a firmare un nuovo contratto con la Federazione biathlon slovacca, a condizione che venga scelto un nuovo contraente per i lavori e siano chiariti tutti i dubbi sull’uso delle risorse finanziarie. «La corruzione è inaccettabile e noi non la potremo mai tollerare», ha dichiarato.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google