Mihal: la disoccupazione in Slovacchia è ancora la bestia più nera per noi

Il maggior problema della Slovacchia per quanto riguarda l’agenda del Ministero del Lavoro è ancora la disoccupazione, mentre la buona notizia è che essa sta cominciando a ridursi, ha detto venerdì il Ministro del Lavoro Jozef Mihal (Libertà e Solidarietà / SaS) in una conferenza stampa ad Handlova (regione di Trencin). Mihal stava valutando le attività del suo Ministero a un anno da inizio mandato.

Secondo l’Ufficio di Statistica, il tasso di disoccupazione era pari al 13,9% nel 1° trimestre 2011, mentre aveva raggiunto il 15,1% nello stesso periodo dello scorso anno, ha osservato Mihal. «Penso che le misure che stiamo realizzando ci aiuteranno a ridurre la disoccupazione», ha detto Mihal. Le misure comprendono, per esempio, l’introduzione di contributi volti a contrastare gli effetti delle inondazioni e ciò creerà nuovi posti di lavoro. Tra gli altri, compaiono anche il vasto emendamento al Codice del Lavoro approvato di recente, le misure riguardanti la capitalizzazione del pilastro pensionistico, i servizi sociali, i disabili, il welfare per i meno abbienti.

«Abbiamo introdotto una serie di misure per aiutare le giovani famiglie», ha detto Mihal, riferendosi a una più ampia ammissibilità ai congedi di maternità e a periodi più lunghi della stessa, agli aumenti degli assegni familiari e ai contributi per l’assistenza domiciliare ai malati.

Il Ministero del Lavoro ha ridotto il proprio personale e ha fatto risparmi operativi. Sono stati annullati 18 contratti ritenuti svantaggiosi firmati dall’ex direzione e altri sono stati sottoposti a migliori negoziazioni, ha aggiunto Mihal.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google