NADSME apre bando per cercare consulenti. Ma in realtà doveva essere dismessa da un pezzo

L’Agenzia Nazionale per le Piccole e Medie Imprese (NADSME) avrebbe dovuto essere chiusa o subire una significativa trasformazione, e invece sta continuando il suo funzionamento. L’agenzia ha inviato una notifica preliminare che annuncia una gara pubblica all’inizio di questa settimana per la ricerca di una società che fornisca servizi legali. Inoltre, prevede anche di utilizzare un’asta elettronica per trovare una società che si occupi dell’insieme dei reclami. NADSME prevede di spendere quasi 2,8 milioni di euro IVA esclusa per questi servizi.

L’Agenzia Nazionale per le Piccole e Medie Imprese deve essere sottoposta a trasformazioni radicali. Il Governo di Iveta Radicova ha deciso di chiudere l’agenzia per sospetto di cattiva amministrazione nelle finanze di Fond Fondov, società nata nel 1994 per gestire i fondi dei capitali di start-up finanziati dal programma PHARE, controllato da NADSME. Anche il Ministro dell’Economia Juraj Miskov concorda sulla sua trasformazione. Il Gabinetto era sul punto di discutere sul futuro dell’agenzia alla fine di giugno di quest’anno dopo aver studiato le analisi sulle attività di Fond Fondov elaborate dal Ministero dell’Economia. Tuttavia, i Ministri non hanno ancora discusso del futuro dell’agenzia.

Il Ministro dell’Economia Juraj Miskov non ha trovato un terreno comune sull’argomento con l’Associazione degli Imprenditori della Slovacchia (ZPS), che è uno dei membri fondatori di NADSME. Il Ministro ha presentato alla ZPS e alla SZZ (Unione Imprenditori Slovacchi) anch’essa fondatrice dell’agenzia, una serie di varie alternative per il futuro, esprimendo una preferenza per l’istituzione di una nuova “super-agenzia”. Quest‘ultima avrebbe i compiti dell’Agenzia slovacca per gli Investimenti e lo Sviluppo del Commercio (SARIO) e alcuni doveri dell’Agenzia Slovacca per l‘Innovazione e l’Energia (SIEA).

L‘Amministrazione di Fond Fondov o di tutti i suoi beni deve essere trasferita a un amministratore riconosciuto e indipendente. Una prima discussione al riguardo con un rappresentante della Banca Europea per gli Investimenti ha già avuto luogo presso il Ministero dell’Economia.

Miskov ritiene che ci vorrà più tempo per discutere ulteriormente sul futuro di NADSME e per la ricerca di una soluzione, perché la Slovacchia potrebbe perdere 120 milioni di euro forzando la sua chiusura. Sulla base di un’analisi giuridica effettuata dal Ministero dell’Economia, la Slovacchia perderà queste risorse se chiudesse o trasformasse la NADSME senza l’approvazione degli altri membri fondatori, associazioni di imprenditori o liberi professionisti.

(Fonte Webnoviny)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google