Bugar: la Corte Costituzionale verifichi la correttezza della Legge sulla cittadinanza slovacca

La Legge sulla Cittadinanza, secondo la quale i richiedenti con cittadinanza ungherese perdono automaticamente quella slovacca, è incostituzionale e impossibile da attuare, ha detto il leader di Most-Hid, Bela Bugar in una conferenza stampa ieri. Per questo motivo, Most-Hid (che difende gli interessi della minoranza ungherese) prevede di raccogliere le firme di 30 parlamentari per far riesaminare la legge dalla Corte Costituzionale.

«Most-Hid adotterà le seguenti tre fasi: i nostri avvocati hanno predisposto un ricorso da depositare presso la Corte Costituzionale; faremo appello al Primo Ministro, Iveta Radicova, per invitarla a sostenere i nostri sforzi per la demolizione delle sanzioni non-costituzionali in atto, e infine vogliamo che il Consiglio di Coalizione discuta di questo tema», ha detto Bugar.

Secondo Bugar, un centinaio di cittadini slovacchi hanno presentato domanda di cittadinanza ungherese finora, e una persona ha già detto di aver perso la sua cittadinanza slovacca. «Nessuna di queste persone ha espresso il desiderio di perdere la cittadinanza slovacca», ha sottolineato Bugar.

«Crediamo che non vi sia altro modo di affrontare il problema, se non quello di eliminare gli effetti della modifica alla legge sulla cittadinanza fatta dall‘ex Premier Robert Fico», ha detto, aggiungendo che l’attuale legislazione pone le basi per la creazione di un gruppo di persone con status giuridico discutibile. «La legge elimina la loro cittadinanza slovacca, ma queste persone continueranno a vivere in Slovacchia, lavorare qui, pagare la sanità e la previdenza sociale. Most-Hid è convinto che nessun potere dello Stato deve agire in maniera anticostituzionale e privare il proprio popolo della cittadinanza».

Sul caso si è espresso anche il partito di etnia ungherese extraparlamentare SMK, che farà il possibile per modificare l’attuale legge sulla cittadinanza dello Stato. «A tal fine, collaboreremo con chi persegue lo stesso obiettivo», hanno detto i rappresentanti SMK. Nel corso della sessione tenutasi ieri, il presidio di SMK ha discusso il caso del leader del partito nel distretto di Levice, Laszlo Gubik, che ha annunciato pubblicamente di aver ricevuto la cittadinanza ungherese. Il partito è pronto a fornirgli aiuto politico, assistenza legale.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google