Il Ministro della Giustizia slovacco chiede la sospensione a vita per il presidente della Corte Suprema

Il Ministro della Giustizia slovacco, Lucia Zitnanska, ha presentato un’altra proposta per avviare un procedimento disciplinare contro il Presidente della Corte Suprema ed ex Ministro della Giustizia Stefan Harabin. Stavolta, la Zitnanska chiede la maggior punizione per il ribelle Harabin: la sospensione a vita dall’incarico di giudice. «Sono convinta che non ha tutelato sufficientemente gli interessi della Repubblica Slovacca nel caso degli undici giudici della Corte Suprema che hanno fatto ricorso contro la Corte Suprema per discriminazione, reclamando salari più bassi di quelli riconosciuti ai loro colleghi dell’ex Corte speciale.

Il suo atteggiamento passivo, sostiene la Zitnanska, è culminato con la decisione di Harabin di non presentare appello contro il verdetto della Corte distrettuale di Bratislava del 10 novembre, secondo la quale lo Stato slovacco deve pagare danni per un milione di euro e rimborsi delle spese processuali per 45.726 euro ai ricorrenti, ha detto la Zitnanska. Il Ministro ritiene che Harabin abbia violato il suo dovere di presidente della Corte Suprema coscientemente, e abbia violato le norme della legge sull’amministrazione delle proprietà dello Stato e la legge sulle regole di bilancio della Pubblica amministrazione. Secondo la Zitnanska, Harabin ha commesso una grave trasgressione disciplinare, cosa già verificatasi una volta in passato, e per questa ragione lei chiede per lui una punizione esemplare.

(Fonte RSI)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google