Miskov: preferirei vedere privatizzare completamente le aziende di riscaldamento statali


Le società di riscaldamento sono un’impresa strategica di importanza non solo locale, ha detto ieri il Ministro dell’Economia, Juraj Miskov. «Le società di riscaldamento non svolgono alcun servizio o carità per la Società Slovacca di Trasmissione dell’Energia Elettrica (SEPS)», ha detto Miskov. «Al contrario, tali aziende sono molto liete di essere incluse nel sistema di servizi di supporto perché ricevono soldi dalla SEPS». «Per quanto riguarda la loro privatizzazione, la decisione presa dal Governo è di venderne il 95% tramite una gara internazionale e cedere il 5% ai Comuni al fine di facilitare la loro comunicazione con le aziende di riscaldamento private. Io non sono convinto che le richiesta in tal senso presentate dalle città siano appropriate. Se fosse per me, vorrei che fosse venduto il 100%», ha affermato.

«D’altra parte, è un gesto accomodante verso le città, in quanto noi diamo loro il 5% delle partecipazioni azionarie a titolo gratuito». «Vedo la privatizzazione delle sei società di riscaldamento come il completamento di una privatizzazione totale, poiché alcuni impianti di riscaldamento sono già stati venduti. Originariamente, c’erano 11 aziende, cinque di esse furono vendute durante il secondo Governo di Mikulas Dzurinda (2002-06). Sei società sono rimaste oggi perché la privatizzazione fu interrotta un anno o sei mesi prima delle elezioni generali (2006)», ha aggiunto Miskov.

(Fonte Tasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.