L’Olocausto Rom ricordato ieri a Banska Bystrica

Una cerimonia di commemorazione denominata ‘Giornata della Memoria dell’Olocausto Rom’ ha avuto luogo ieri presso il Museo Nazionale Slovacco (SNP) a Banska Bystrica. Secondo il delegato dell’Ufficio del Governo per le Comunità Rom, Miroslav Pollak, sotto i cui auspici la cerimonia si è tenuta, l’evento fa parte di un progetto chiamato ‘Ma bisteren!’ (‘Non dimenticare!’ in lingua rom), che mira a ricordare alle persone i disagi che i rom hanno dovuto subire durante la Seconda Guerra Mondiale. Se non ricordiamo i crimini atroci commessi nel 20° secolo, essi accadranno di nuovo, ha detto Pollak. Nonostante le piccole dimensioni della Slovacchia, essa contiene due mondi diversi – uno di maggioranza e uno di minoranza – che non si conoscono e sono diffidenti l’uno con l’altro, ha aggiunto Pollak.

«Vorrei fare appello ai membri della maggioranza della popolazione e dire loro che non è possibile mettere in relazione le esperienze negative con le comunità rom e i conflitti tra vicini di casa generalizzando con tutta la popolazione rom in Slovacchia», ha detto Pollak. Egli ha elogiato il lavoro dei rappresentanti dell’amministrazione dello Stato, gli organi di autogoverno, le ONG e le chiese, che hanno contribuito ad attenuare le tensioni tra la popolazione slovacca di maggioranza e la minoranza rom. Egli pensa che l’intolleranza e la segregazione delle comunità rom non favorisca l’inclusione del suo popolo nella società. Mantenere i rom nelle comunità emarginate e nell’estrema povertà non è un modo per integrarli nella società, ma è solo la via che porta al loro isolamento.

Si stima che circa 300.000 rom europei siano morti nella Seconda Guerra Mondiale durante il cosiddetto Olocausto Rom.

(Fonte webnoviny / Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google