Radicova: il Vescovo Balaz fu esempio di autorità morale durante il comunismo e il meciarismo

Il Primo Ministro Iveta Radicova ha espresso oggi «profondo dolore» per la morte improvvisa per embolia arteriosa del settantenne Vescovo di Banska Bystrica mons. Rudolf Balaz. [Balaz] «ha confermato la grandezza della sua personalità e i suoi alti valori morali durante il regime comunista, che non gli permise di svolgere appieno la sua vocazione sacerdotale, e anche durante il meciarismo [sotto il Premier Vladimir Meciar nel 1990 – NdR], quando, da Vescovo, si erse paladino per i principi di libertà e democrazia, per i quali fu apertamente infangato dal regime», ha dichiarato la Radicova in una nota fornita ai media dall’ufficio stampa del Governo. La Radicova ha detto che i suoi incontri con il Vescovo Balaz «furono sempre segnati da uno spirito di rispetto e di dialogo aperto», e lei lo ricorderà per la sua forte personalità.

Balaz è stato parroco durante il comunismo senza il permesso del regime, e dovette in seguito trovarsi un lavoro civile – come trattorista e camionista – prima di tornare alla sua attività sacerdotale. È stato ordinato vescovo nel marzo 1990, e ha presieduto la Conferenza Episcopale slovacca nel mandato 1994-2000. A metà degli anni 1990, ai tempi del Governo Meciar, Balaz fu coinvolto nel cosiddetto caso del Trittico. I membri del servizio di intelligence slovacco (SIS) avrebbero scoperto che l’ufficio della diocesi di Banska Bystrica aveva ordinato una copia del trittico “L’Adorazione dei Magi” e intendeva vendere l’originale. Un agente del SIS che finse di essere un cittadino svizzero avrebbe dovuto acquistare il dipinto per 200.000 dollari, importo che fu autorizzato dal capo del SIS di allora, il chiacchierato Ivan Lexa, per portare a termine l’acquisto fittizio, e dopo l’acquisto la Polizia avrebbe perquisito l’ufficio diocesano. Secondo i risultati di un’indagine effettuata dopo l’uscita di scena di Meciar nel 1998, i servizi segreti eseguirono e monitorarono la transazione illegalmente con l’intenzione di screditare la diocesi e il vescovo Balaz. Il trittico è stato poi riportato alla diocesi di Banska Bystrica il 17 novembre 2000 ed è attualmente parte della collezione della Galleria Nazionale Slovacca. Il primo Governo di Mikulas Dzurinda si scusò con la diocesi per le attività degli organi di Stato sotto il Governo Meciar. Lexa negò comunque il suo coinvolgimento, e affermà che il SIS aveva agito secondo la legge.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google