Analisti: Gasparovic ha certo agito d’accordo con Smer, no, la sua firma è una grande sopresa

La decisione del Presidente Gasparovic di firmare l’emendamento al Codice del Lavoro è più che sorprendente, secondo l’analista Michal Horsky, sentito ieri dall’agenzia di informazione Tasr. «Ha sorpreso sia i suoi sostenitori che gli oppositori, principalmente della coalizione di Governo, che avevano più volte dichiarato che si aspettavano un veto presidenziale», ha detto Horsky. Inoltre, il disegno di legge è stato approvato con soli 74 voti in Parlamento, non avendo abbastanza di supporto nemmeno all’interno della stessa maggioranza, con i quattro deputati di Gente Ordinaria (del gruppo parlamentare di SaS) che non hanno votato, ha osservato Horsky. «Il Presidente ha aiutato la Coalizione a uscire da un pasticcio, perchè avrebbe avuto reali difficoltà a difendere l’emendamento dopo le ferie», ha detto Horsky.

Secondo l’analista Rastislav Toth, la decisione di Gasparovic potrebbe essere stata sostenuto da un accordo tra il partito di opposizione Smer-SD e i rappresentanti dei datori di lavoro. «Non credo che il Presidente farebbe nulla contro Smer-SD», ha dichiarato Toth , aggiungendo che Smer potrebbe mirare a mobilitare i sindacati e le persone più povere. Allo stesso tempo, l’emendamento potrebbe anche contribuire a un aumento della popolarità di Smer, ha suggerito Toth.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.