Ministero dell’Agricoltura: faremo un’indagine comparativa degli alimenti insieme alle catene commerciali

Sulla scia delle polemiche tra Ministero dell’Agricoltura e catene distributive al dettaglio (in particolare quelle straniere, che peraltro controllano il mercato alimentare) sulla qualità scadente del cibo venduto nei negozi in Slovacchia, soprattutto se confrontato con gli stessi alimenti in vendita presso le stesse catene, per esempio, in Austria, è stato concordato ieri tra le due parti che sarà realizzata un’analisi comparativa di qualità e prezzi sui prodotti venduti nei negozi slovacchi. Ne ha informato ieri Juraj Kadas dell’ufficio stampa del Ministero, che ha specificato che i dati per effettuare l’analisi dovranno essere forniti al Ministero dalle catene alimentari entro la fine di agosto 2011.

«Il tema della discussione tocca in particolare la qualità degli alimenti venduti in Slovacchia e nei paesi limitrofi. Non sono accettabili per il Ministero dell’Agricoltura due pesi e due misure per i consumatori slovacchi e i consumatori di altri Stati membri dell’Unione Europea», ha detto Kadas.

Le catene che partecipano all’indagine, che avevano lamentato negli ultimi tempi una forte campagna contro di loro da parte del Ministro dell’Agricoltura Zsolt Simon, sono Tesco, Carrefour, Billa, Kaufland, Metro, Lidl e Hypernova. Il Ministro da mesi lotta contro quello che ritiene un comportamento non corretto delle catene al dettaglio di alimentari, che mettono in vendita cibo di “seconda classe” o peggio, e per di più agli stessi prezzi o anche più cari di quanto non paghino i consumatori di altri paesi limitrofi.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google