Le catene straniere esortano il Ministro Simon a fermare la sua campagna contro di loro

Le catene commerciali internazionali al dettaglio che operano in Slovacchia sono preoccupate della campagna che secondo loro il Ministro dell’Agricoltura Zsolt Simon stia muovendo contro di loro quando le accusa di vendere in Slovacchia prodotti alimentari di qualità inferiore rispetto al resto dell’UE. «L’Associazione slovacca del commercio e il turismo (ZOCR) vuole assicurare ai consumatori slovacchi che tutti i rivenditori pongono attenzione a che i nostri negozi vendano cibo che non comporta rischi per la salute, che soddisfi tutti i criteri necessari di ampia scelta e prezzo in base alla domanda e alle possibilità dei clienti», afferma un comunicato stampa inviato giovedì dalle catene al dettaglio alle agenzie di stampa.

È l’industria alimentare, dicono le catene al dettaglio, che produce gli alimentari e rifornisce i negozi. Se il Ministro ha riserve sulla loro qualità, si dovrebbe rivolgere direttamente ai produttori e «fermare la campagna d’attacco contro il settore retail». ZOCR ha sottolineato che la salute dei consumatori slovacchi è anche minacciata dall’attività dubbia di operatori stranieri che vendono generi alimentari, tra i quali carne cruda, direttamente dai furgoni, e considerano deplorevole che il Ministro non si occupi di questo problema. Secondo loro, sono soprattutto le grandi catene di negozi che offrono ai clienti la più ampia scelta di prodotti con il maggior valore aggiunto.

Mercoledì 20 luglio il Ministero dell’Agricoltura aveva pubblicato sul suo sito web un avviso che indicava l’indignazione del dipartimento per il comportamento di alcune catene di negozi che rendono i consumatori slovacchi dei cittadini di seconda classe in Europa. Il Ministero ha anche dichiarato di ritenere assolutamente inaccettabile che vengano venduti in Slovacchia generi alimentari di qualità inferiore rispetto al resto dell’UE ad un prezzo uguale o addirittura superiore. Il Ministro Simon è intenzionato ad incontrare nei prossimi giorni i rappresentanti delle catene di distribuzione straniere.

ZOCR ritiene un comportamento non corretto l’aver sollecitato un incontro attraverso i media, ma nonostante ciò vede con favore l’intenzione e crede che i risultati saranno positivi. Secondo i rappresentanti dell’associazione, del resto, era già stato proposto più volte un incontro a Simon ma lui non ha mai risposto.

(Fonte webnoviny.sk)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google