Meseznikov (IVO): il Governo slovacco non è unito sulla politica verso i Rom

Il Governo non è unito nel suo approccio alle modalità di affrontare la questione rom, ha detto a Tasr domenica l’analista politico Grigorij Meseznikov . «Il Vicepresidente del Consiglio Rudolf Chmel promuove e mostra un tipo di approccio, con il Ministero del Lavoro che ne presenta uno diverso e anche il Ministero dell’Interno ne ha uno differente», ha detto Meseznikov, che insieme ai suoi colleghi dell’Istituto per gli Affari Pubblici (IVO) ha valutato le attività del Governo nel campo dei diritti umani e delle minoranze nella prima metà del 2011 con un grado di B meno. Secondo IVO, non c’è stato alcun miglioramento rispetto allo scorso anno, e Meseznikov ha dichiarato che fino a quando questa disunione continua, evitando un orientamento comune, la valutazione del Governo sarà sempre scadente.

Meseznikov pensa che il principio della parità di trattamento è stata violata nella lotta contro la cosiddetta criminalità rom. Egli vede il termine stesso “semplice” come «assolutamente inaccettabile», soprattutto se è usato in materiali ufficiali del Governo. «Questo è un linguaggio che non appartiene ad una moderna democrazia liberale», ha detto. IVO ha elogiato il fatto che i rapporti slovacco-ungheresi sono migliorati nel corso dell’ultimo anno e non sono più «nevrotici come durante il Governo di Robert Fico».

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google