La Banca Centrale prevede un‘accelerazione dell’inflazione in Slovacchia

La prima decelerazione di quest’anno del tasso di inflazione (su base mensile) avvenuta in giugno è dovuta a un rallentamento dell‘aumento dei prezzi per generi alimentari, servizi e combustibili, ha commentato ieri la Banca Centrale Slovacca, NBS. La banca ha aggiunto che interpreta la caduta su base mensile come un evento unico. L’Ufficio di Statistica ha segnalato che, su base annuale, il tasso di inflazione come misurato con la metodologia UE è pari al 4,1% nel mese di giugno, in calo rispetto al 4,2% di maggio. «I prezzi dei prodotti alimentari sono stati influenzati da un tipico calo stagionale dei prezzi delle verdure che, tuttavia, è maggiore ora rispetto a un anno fa. Per esempio, i prezzi dei cetrioli sono scesi di oltre il 35%. Ciò è probabilmente dovuto alle preoccupazioni dei consumatori circa il batterio E.coli», secondo gli analisti del dipartimento di politica monetaria della NBS.

Per quanto riguarda i prossimi mesi, la Banca Centrale prevede che il tasso di inflazione (su base annuale) accelererà, in parte a causa degli aumenti dei prezzi del gas e del riscaldamento (già approvati) così come per il previsto aumento delle tariffe dei trasporti ferroviari e dei mezzi pubblici urbani, ha detto la NBS.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.