Minor consumo di benzina nel 2011 in Slovacchia per i consistenti rincari

Gli slovacchi hanno ridotto il consumo di benzina di circa il 10%, il che significa che lo Stato perderà decine di migliaia di euro quest’anno sulle accise rispetto al piano originale, secondo una statistica elaborata dall’Istituto di Politica finanziaria e riportata sull’edizione di ieri del quotidiano economico slovacco Hospodarske Noviny. «Secondo i dati, le vendite di benzina sono calate abbastanza rapidamente. Forse il doppio di quanto è accaduto nei paesi vicini», ha detto il capo dell’Istituto, Jan Toth. Egli non esclude che il Governo proporrà di conseguenza un‘accisa più bassa. «È un dato di fatto che la benzina in Slovacchia è più costosa di quanto lo sia in altri paesi vicini. Analizzeremo questa situazione anche a confronto con altri stati», ha dichiarato Toth.

Secondo l’Associazione Industriale slovacca del Petrolio, a parte il prezzo alto del petrolio, uno dei principali fattori può essere che gli slovacchi stanno puntando al diesel. Un’altra ragione del declino dei consumi in Slovacchia, come riportato da Toth, potrebbe essere che la gente si stia rifornendo di benzina all’estero nelle zone di confine, perché più conveniente. Solo per fare un confronto personale e certificato, i carburanti a Bratislava costano circa 10-11 centesimi più di quanto non si spenda appena pochi chilometri oltre confine, nella località austriaca di Hainburg, con un risparmio per un pieno anche di oltre cinque euro.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google