Slovacchia e Ungheria condurranno la conservazione delle acque nella regione danubiana

La Slovacchia, insieme con l’Ungheria, dovrebbe coordinare la conservazione della qualità dell’acqua attraverso il Ministero dell’Ambiente nel quadro della strategia dell’UE per la regione del Danubio. La Slovacchia, insieme con la Serbia, dovrebbe inoltre guidare un’altra area all’interno della strategia – lo sviluppo della società dell’informazione mediante la ricerca, istruzione e tecnologia dell’informazione – del quale si farà carico l’Accademia Slovacca delle Scienze.

Il Governo ha approvato ieri l’aggiornamento dei piani di progetto nei settori prioritari della strategia dell’UE per la regione danibiana. La cosiddetta Strategia del Danubio, che il Consiglio Europeo ha votato il 24 giugno, dovrebbe rafforzare la cooperazione dei paesi della regione del Danubio e rafforzare lo sviluppo sostenibile e la competitività di questa parte d’Europa. La forma approvata della Strategia è basata su quattro pilastri e undici settori prioritari. I pilastri sono l’interconnessione della regione del Danubio e il suo consolidamento.

Per quanto riguarda le priorità della Slovacchia nei singoli pilastri della strategia dell’UE per la regione danubiana, dovranno essere migliorate alcune aree concrete. Il pilastro “Collegamenti della regione del Danubio” comprende il collegamento nord-sud in connessione con il Danubio (preferenzialmente la via d’acqua del fiume Vah), per sostenere il trasporto intermodale integrato, la costruzione di terminali con un collegamento ai corridoi di trasporto multimodale, la promozione del trasporto non motorizzato (la bicicletta, ad esempio) nelle città e nelle aree urbane, l’utilizzo del Danubio come fonte di energia rinnovabile e come via di trasporto per materiali energetici, l’incoraggiamento del dialogo tra le culture individuali della regione del Danubio e la spinta a costruire piste ciclabili in tutta la regione. Il pilastro “Protezione dell’ambiente nella regione del Danubio” si concentra sulla protezione dell’ambiente in tutta la regione integrata di gestione delle acque, cioè la manutenzione di sorgenti sotterranee e superficiali ed un loro uso razionale, la protezione contro le inondazioni, l’uso delle acque sotterranee come fonte di acqua potabile, la protezione e conservazione della qualità dell’acqua nella regione, la protezione della biodiversità e del paesaggio, e la gestione del rischio ambientale. Il pilastro “Sviluppo della prosperità nella regione del Danubio” sottolinea il sostegno alla costruzione di cluster informativi e parchi scientifici e tecnologici.

Saranno preferiti i progetti finanziariamente garantiti o quelli con realistiche potenziali risorse finanziarie, i cui progetti sono pronti o sono importanti in relazione alla loro conformità con le priorità della strategia, con potenziali sinergie con altre iniziative nella regione e sostenuti da partner stranieri. L’Unione Europea non destinerà fondi speciali per la Strategia del Danubio, ma gli stati della regione potranno chiedere finanziamenti da fondi già disponibili nei vari programmi dell’UE.

(Fonte Sita)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google