Miklos: è importante che il settore privato contribuisca alla crisi greca per almeno 30 miliardi

Poco prima della riunione dei Ministri delle Finanze dei paesi euro a Bruxelles ieri, il Ministro slovacco Ivan Miklos (SDKU-DS) ha detto che la forma con la quale saranno fatti partecipare i capitali privati al secondo prestito per la Grecia non conta granché, conta invece il suo ammontare. «Fin dal primo giorno abbiamo detto che dovremo insistere sulla partecipazione del settore privato. La forma che assume non ha più importanza. La cosa importante è che questo contributo raggiunga almeno 30 miliardi di euro», ha dichiarato Miklos poco prima che i Ministri delle Finanze dell’Eurogruppo firmassero il contratto del Meccanismo Europeo di Stabilità (ESM).

Miklos ha ammesso che molti erano convinti che se il settore privato giocava un ruolo nell’aiuto per la Grecia in modo volontario e informale, ciò non avrebbe significato un default tecnico. «Ora invece sembra che qualsiasi forma di aiuto significherebbe un default tecnico. Ma c’è una grande differenza tra un default tecnico e uno incontrollato: la bancarotta. Per quanto quanto ci riguarda, vogliamo ancora evitare il fallimento incontrollato», ha dichiarato Miklos.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google