E lo SDKU minaccia una denuncia alla magistratura

Quasi in contemporanea con il comunicato del Ministero dei Trasporti, di cui abbiamo riferito nel precedente articolo, arriva „l’attacco“ dello SDKU, principale partito di opposizione. La dichiarazione del delfino del partito, Ivan Miklos, è tanto forte quanto sorprendente: „se il Primo Ministro non sospenderà entro Venerdi 30 Aprile l’iter per il finanziamento del PPP, siamo pronti a denunciare alla magistratura lo stesso Premier, Jan Pociatek – Ministro delle Finanzee Lubomir Vazny Ministro dei Trasporti„. L’accusa, che dovrebbe essere per abuso di ufficio e di pubblica autorità, sarebbe comprovata, secondo Miklos, da una „sovraesposizione dei costi di 1.3 miliardi di Euro e da un ritardo nei tempi di attuazione del progetto di 14 mesi“. Miklos ha, per finire, paragonato la Slovacchia alla Grecia, rincarando la dose e sottolineando che in Grecia fasce estese di popolazione hanno goduto per molti anni  di uno standard di vita superiore alle proprie possibilità, mentre in Slovacchia i beneficiari sarebbero stati solo pochi gruppi elitari, vicini al partito del Premier. Due nostre osservazioni a tale proposito. La prima: che fu il Governo Dzurinda (2002-2006) ad interrompere drasticamente gli investimenti per le infrastrutture (sia viarie, autostradali in testa che ferroviarie). Con il risultato che adesso, regolarmente, la minoranza addebita al

Governo l’incapacità di avere realizzato nei tempi e modi previsti il completamento delle autostrade stesse ed un moderno collegamento tra la Regione di Bratislava e l’Est del Paese. La seconda, che lo SDKU, dopo il pesante coinvolgimento nella gestione della vendita dell’hotel  ora Crowne Plaza –che ha di fatto decretato l’allontanamento di Dzurinda da principale candidato alla carica di Premier tra le forze dell’opposizione; e pesantemente penalizzato dai sondaggi di opinione, sta cercando di riguadagnare consensi con attacchi molto ma molto ..spregiudicati all’attuale Governo in carica.

(Fonte Tasr, commento Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.