La Cargo rischia la bancarotta. Il Ministero dei Trasporti pronto a salvare l’azienda

Malgrado il Governo abbia recentemente approvato un piano di rivitalizzazione per la società ferroviaria slovacca Cargo e siano stati licenziati centinaia di dipendenti, l’azienda è sull’orlo del collasso. Una banca privata, uno dei creditori di Cargo, ha perso la pazienza con la società e ha richiesto il rimborso del suo credito pari a 13,5 milioni di euro entro la fine di agosto. «Le risorse finanziarie della nostra azienda non ci consentono di dare una tale somma tutta in una volta, sia per il rimborso del debito che per gli stipendi», ha detto il direttore generale di ZSSK Cargo, Pavol Durinik.

Il Ministro dei Trasporti, Jan Figel (Cristiano-Democratici / KDH) è favorevole a salvare l‘azienda. «Il Ministero compierà il massimo sforzo per aiutare Cargo a risolvere la nuova situazione», ha detto il portavoce del Ministero, Martin Krajcovic. Il Ministero delle Finanze invece è di tutt’altro avviso. La società aveva già ottenuto un‘assistenza finanziaria di 170 milioni di euro durante il precedente governo di Robert Fico. Il rimborso di questi sussidi avrebbe dovuto essere iniziato all’inizio dell’anno, ma è stata richiesta una proroga. «Il Ministero delle Finanze non ha intenzione di aiutare l’azienda a risolvere i suoi debiti con le banche commerciali», ha detto il portavoce  Martin Jaros. I problemi con una banca possono provocare una reazione a catena, in quanto Cargo deve soldi ad altre sette banche che possono perdere anch’esse la pazienza e pretendere il pagamento del debito, tutto e subito, ammette l‘analista Vladimir Gesperik di Capital Markets.

(Fonte Hospodarske Noviny)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google