Governo: ai sei comuni il 5% degli impianti di teleriscaldamento da privatizzare

Il Governo ieri ha approvato la vendita della quota statale del 95% dei sei impianti di riscaldamento comunali in suo possesso a una o più imprese che saranno selezionale dal Fondo di Proprietà Nazionale (FNM) che detiene materialmente le quote. Il restante 5% andrà invece in gestione ai rispettivi comuni di appartenenza, ha deciso il Gabinetto. Secondo il piano proposto, i comuni avranno anche i propri rappresentanti nel Consiglio di supervisione della società, e avranno il potere di indire assemblee generali. L‘FNM ha già annunciato una gara pubblica per selezionare una società di consulenza per la privatizzazione dei sei impianti. Le buste delle offerte saranno aperte il 19 agosto. I criteri di valutazione delle offerte alla gara includono il livello del prezzo fisso e, soprattutto, il livello proposto della commissione richiesta dall’offerente.

Il Governo aveva approvato in marzo la vendita dei sei impianti di riscaldamento situati a Bratislava , Trnava, Martin (regione di Zilina), Zvolen (regione di Banska Bystrica), Zilina e Kosice. Secondo un’analisi approvata dal Governo, vendere gli impianti risulta più vantaggioso per lo Stato che riscuoterne i dividendi. Il prezzo di mercato stimato degli impianti potrebbe essere tra i 160 e i 200 milioni di euro, secondo i calcoli del FNM. I rendimenti medi annui dei dividendi ottenuti da tutti e sei gli impianti ammontano a 4,2 milioni di euro per il periodo 2002-2010.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google