Meno burocrazia per le richieste delle università di fondi UE per i parchi scientifici

Le università slovacche potranno essere in grado di fare richiesta di risorse dai fondi strutturali dell’Unione Europea per costruire parchi scientifici, secondo quanto ha detto il Ministro dell’Istruzione Eugen Jurzyca (SDKU-DS). Secondo le [nuove] regole, i bandi per i fondi saranno costituiti da due turni, il che risparmierà i ricercatori dal produrre pesanti adempimenti burocratici che poi si riveleranno inutili. Solo le richieste che passeranno al secondo turno dovranno presentare elaborazioni approfondite con una visione di programma più ampia.

Alcune università hanno già pronti piani precisi riguardo alla realizzazione di parchi scientifici, come è il caso dell’Università di Agricoltura di Nitra, che mira a costruire un centro di ricerca per il settore agricolo con particolare attenzione per le bio-tecnologie e i processi tecnologici.

L’obiettivo è di effettuare misurazioni di efficacia dei singoli progetti di ricerca ancora più precisi, il che permetterebbe di allocare i fondi UE su progetti che portano maggiori vantaggi alla società.

(Fonte RSI)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.