Il sindacato del KOVO lancia un’altra protesta contro le modifiche al Codice del Lavoro

Diverse migliaia di soci dei sindacati della Slovacchia e della Repubblica Ceca si sono riuniti sabato scorso a Zilina per protestare contro le modifiche al Codice del Lavoro, contro la revisione del sistema fiscale e contributivo, l’aumento dei prezzi e della povertà in Slovacchia. La manifestazione, organizzata dal sindacato KOVO, è cominciata con una marcia attraverso la città. Il leader sindacale del KOVO, Emil Machyna, ha sottolineato che i sindacati accettano pienamente il Codice nella sua forma attuale, quindi non considerano necessaria alcuna modifica. «Se il Codice deve essere modificato a vantaggio del capitale, per facilitare i licenziamenti e il controllo delle persone, allora questa è la strada sbagliata. E dobbiamo protestare contro tutto questo… Così che stiamo esprimendo la nostra insoddisfazione verso le misure del Governo» ha dichiarato Machyna. Secondo Machyna, il KOVO ora attende una decisione sull‘emendamento da parte del Parlamento. «Vogliamo confrontarci coi leader parlamentari. Poi vorremmo proporre al Presidente (Ivan Gasparovic) di non firmare il Codice del Lavoro, qualora esso contenga disposizioni che vanno contro gli interessi dei cittadini» prosegue Machyna, che non ha escluso la possibilità di continuare la protesta anche attraverso altri scioperi.

(FonteTasr)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.