Villaggi allagati: si vota, ma la gente non ne ha voglia

Il quotidiano SME di oggi, a pagina 7, richiama il fatto che nei villaggi alluvionati, in gran parte nell’est della Slovacchia, la gente non ha tempo di pensare alle elezioni: sono troppo impegnati a rimuovere lo sporco e riparare i danni alle loro proprietà.

Anche un certo numero di sedi elettorali hanno subito allagamenti, ed hanno dovuto essere spostate in altri villaggi. Marta Tomkova, sindaco di Malcice (vicino a Kosice), uno dei villaggi che hanno sofferto grandi danni dalle alluvioni, dice che la gente non ha proprio lo spirito per andare a votare. «Lo stress qui è tremento, l’acqua ancora non scende. E addirittura, il fiume Ondava sta ancora crescendo. Alcune famiglie non riescono ancora a rientrare alle loro case» ha detto. Le elezioni in Malcice hanno ottenuto – in tempi normali – un tasso di votanti tra il 50 e il 60 per cento, meno alle elezioni nazionali rispetto alle locali. «Non posso nemmeno dire se mio marito andrà a votare. Magari mi dirà che ha altro da fare» ha detto la Tomkova.

Ma solo un paio di giorni fa Livia Skultetyova della Commissione Elettorale Centrale diceva che, nonostante vari problemi da affrontare, e alcune sedi di voto allagate e da ripulire, si stava lavorando e la situazione sarebbe stata sotto controllo entro Sabato. E in generale la situazione nei villaggi colpiti dalle recenti alluvioni non dovrebbe particolarmente influenzare la partecipazione al voto, diceva.

(Fonte SME, a cura di Pierluigi Solieri)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.