UPSVaR: disoccupazione slovacca in diminuzione, Analisti: merito dell’industria

Il tasso di disoccupazione in Slovacchia è stato pari al 12,84% in maggio, ha annunciato ieri il Centro per il Lavoro, gli Affari Sociali e la Famiglia (UPSVaR); il dato è in calo di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente, ma in aumento di 0,6 punti percentuali su base annua. «Questi dati attestano una tendenza al ribasso, non di centesimi, ma di un decimo [di punto percentuale]», ha detto il direttore generale di UPSVaR Ivan Juras. Lui stima che il dato rimarrà alto nei prossimi mesi, o al massimo potrà segnare un lieve calo intorno al 12,8%.

Il tasso di disoccupazione è sceso in tutte le regioni tranne quella di Kosice. «Il calo più notevole è stato registrato nella regione di Banska Bystrica», ha detto Juras. Banska Bystrica è ancora comunque la regione con il più alto tasso di disoccupazione (19,02%) di tutte le otto regioni della Slovacchia. Nella classifica seguono la regione di Presov (18,31%) e la regione di Kosice (17,94%). La regione di Bratislava vanta il tasso più basso di disoccupazione (4,95%).

Un totale di 380.016 persone sono state registrate presso i Centri di Lavoro a maggio, 342.410 delle quali erano disponibili per un lavoro immediato. Il periodo medio di permanenza nelle liste di disoccupazione è di 13,87 mesi, con un aumento annuo di 0,66 mesi.

Secondo gli analisti economici contattati da Tasr, è l’industria che ha contribuito maggiormente alla riduzione della disoccupazione a maggio. «Grazie ad una maggiore produzione, l’industria slovacca ha assunto di nuovo personale, ma sta ancora procedendo lentamente rispetto agli anni pre-crisi», ha detto l’analista David Derenik di UniCredit Banka.

L’analista Eva Sadovska di Postova Banka ha sottolineato che le esportazioni in Slovacchia sono aumentate il ​​doppio di quanto successo, ad esempio, in Repubblica Ceca, pur riconoscendo che non tutto fila liscio. «Ovviamente non pensiamo che un tasso di disoccupazione del 13% sia un dato favorevole», ha detto.

«Se si avvera lo scenario ottimistico di una rinascita nell’Eurozona, compresa la Slovacchia, si può sperare in una spinta moderata nel mercato del lavoro», ritiene l’analista di Volksbank, Vladimir Vano.

(Fonte UPSVaR, TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google