Gasparovic: l’Ucraina sarà partner affidabile della Slovacchia nel trasporto di petrolio e gas

Il Presidente slovacco Ivan Gasparovic e il suo omologo ucraino, Viktor Yanukovych, venerdì hanno discusso a Bratislava su questioni politiche, sull’energia e sulla cooperazione economica. «Ci siamo concentrati sull’energia, discutendo anche delle possibilità in futuro dell’energia nucleare. Mi ha fatto molto piacere ascoltare il signor Yanukovich che mi ha assicurato che l’Ucraina è e sarà un partner affidabile nel trasporto del petrolio greggio e del gas naturale verso la Slovacchia e l’Europa»,ha detto Gasparovic. «Abbiamo anche osservato che il commercio bilaterale tra l’Ucraina e la Slovacchia sta tornando ai livelli pre-crisi, quando era pari a quasi 1,3 miliardi di euro», ha dichiarato Gasparovic, sottolineando, però, che gli scambi tra la Slovacchia e l’Ungheria o la Polonia sono pari a più di 5 miliardi di euro. «Il potenziale di cooperazione economica con l’Ucraina può essere molto maggiore», ha commentato Gasparovic.

Yanukovych ha invitato gli imprenditori slovacchi a partecipare alla modernizzazione dei sistemi di trasporto del petrolio e del gas in Ucraina. Si è dichiarato d’accordo con Gasparovic nell’organizzare una sessione della Commissione intergovernativa per la cooperazione economica per la primavera del 2012. «Le questioni prioritarie includeranno la sfera dei trasporti, dell’energia e la cooperazione transfrontaliera. Abbiamo anche discusso sulla creazione di un gruppo di lavoro congiunto composto da esperti che si occupino di questioni relative al petrolio greggio e al gas», ha detto Yanukovych.
(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google