SNS: il Censimento 2011 in Slovacchia è stato un totale spreco di denaro

Il Partito Nazionale Slovacco (SNS) ha criticato oggi il modo in cui è stato effettuato in Slovacchia il recente Censimento 2011. Il vicepresidente di SNS Rafael Rafaj ha sostenuto che in realtà è stato uno spreco di denaro.

«C’è un punto interrogativo sulla veridicità di alcuni dati», ha detto ai giornalisti Rafaj, indicando le sezioni riguardanti la religione e l’etnia. SNS sospetta anche dell’imparzialità dei commissari del censimento. Rafaj ha affermato che non può escludere la possibilità che i funzionari (assunti a tempo e scarsamente addestrati) abbiano manipolato i risultati.

Un altro vicepresidente di SNS, Jan Ikrenyi, ha detto che il censimento è stato caotico, e l’approccio dell ‘Ufficio di Statistica è stato irresponsabile, osservando che il progetto è costato una grande quantità di denaro. Tra i problemi maggiori, ha detto Ikrenyi, una pessima campagna di informazione, la scarsità dei commissari e lo scontro tra l’Ufficio di Statistica, l’Ufficio per la protezione dei dati personali e la Procura generale riguardo alla segretezza o meno dei dati indicati sulle schede (secondo l’Ufficio protezione dati personali, infatti, il codice univoco che i commissari applicavano alla scheda censoria avrebbe permesso in futuro di risalire a chi quei dati si riferivano).

Secondo Ikrenyi, il Ministero dell’Interno avrebbe dovuto sciogliere le preoccupazioni della gente con risposte serie, similmente a quanto avvenuto prima del censimento nella Repubblica Ceca.

(Fonte SACR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google