Baki Sadiki condannato a 22 anni di carcere in contumacia

Il Tribunale distrettuale di Presov lunedi ha dichiarato colpevoli il narcotrafficante albanese Baki Sadiki e due dei suoi complici per il reato di produzione di droga e li ha condannati a una lunga pena detentiva. Baki Sadiki, ora fuggitivo, è stato condannato in contumacia a 22 anni di carcere di massima sicurezza. I suoi due complici, che si sono presentati davanti alla corte, hanno ricevuto 15 anni di detenzione di media sicurezza. Tuttavia, il verdetto non è ancora effettivo, in quanto gli avvocati della difesa hanno immediatamente presentato ricorso.

Sadiki è diventato un caso celebre in Slovacchia in seguito a una presunta conversazione telefonica con l‘ex Ministro della Giustizia (oggi Presidente della Corte Suprema), Stefan Harabin, dalla quale si è evinto che i due erano legati da un rapporto confidenziale.

Il quotidiano Pravda riportò, a fine marzo, che, secondo una fonte vicina alla squadra speciale di investigazione, Sadiki si stava nascondendo in Albania. Il portavoce del Ministero dell’Interno, Erik Tomas, a quel tempo si era rifiutato di commentare il caso.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.