Pravda: Slovacchia indietro sulla ricerca, CE vuole che almeno raddoppi spesa per PIL

Lo stato catastrofico della scienza slovacca sta ancora peggiorando, scrive oggi il quotidiano Pravda con richiamo in prima pagina, richiamando un confronto realizzato dalla Commissione Europea tra gli Stati membri dell’UE. La posizione della Slovacchia nel gruppo della UE-27 sta languendo non lontando dal fondo con il suo 21° posto, dovuto alla spesa di appena lo 0,48% del suo PIL per la scienza e la ricerca, ed al ritardo nell’utilizzo dei fondi europei per questo scopo.

Secondo la Commissione Europea, la Slovacchia potrebbe arrestare il declino se investisse almeno l’1% del PIL in questo settore. La media dell’Unione Europea nel suo insieme è dell‘1,83%, ma la Repubblica Ceca investe tre volte tanto la Slovacchia e l’Ungheria due volte e mezzo.

Scienziati e ricercatori hanno fatto notare il problema per molti anni, e la Commissione constata che la Slovacchia ha promesso di spendere almeno l’1% del PIL per la scienza nel quadro della strategia “Europa 2020”.

E se l’Italia aveva una spesa del PIL per la ricerca intorno all‘1,20%, non c’è troppo da stare allegri perché è comunque molto lontana dai paesi del Nord Europa, a partire da Svezia e Finlandia (intorno al 3,75% entrambe) e Germania, Danimarca, Islanda e Austria che seguono (con oltre il 2,60% di spesa sul PIL).

(Fonte Pravda)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.