Miklos: stiamo facendo il massimo per mantenere il deficit slovacco al 4,9%

Il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU-DS) è fiducioso che il Governo riuscirà a ridurre il deficit pubblico nel 2011 al 4,9% del PIL. «Mi auguro che daremo la prova che tali previsioni siano prive di fondamento», ha dichiarato Miklos ieri rispondendo alle dichiarazioni rilasciate dall‘agenzia di rating Fitch che ritiene non raggiungibili gli obiettivi di budget del Governo per il 2011, e nemmeno nel 2012.

Miklos ha ammesso che soddisfare il piano non sarà facile, in quanto vi sono un certo numero di rischi, in particolare la situazione nel settore sanitario e ospedaliero, le società ferroviarie di proprietà dello Stato o la vendita non realizzata delle quote di emissione. «D’altra parte, lo sviluppo in altri settori è più favorevole di quanto originariamente previsto. Purché si introducano ulteriori misure, quando necessario, lo sviluppo [del deficit] sarà sotto controllo», ha sottolineato Miklos.

L’agenzia di rating internazionale Fitch ha confermato che il rating del debito sovrano della Slovacchia è al grado A+ con prospettiva stabile. Secondo gli analisti di Fitch, i parametri principali alla base della votazione sono stati l’alta crescita economica, la bassa inflazione, e il settore bancario relativamente forte della Slovacchia. Tuttavia, l’agenzia ha osservato che il disavanzo delle finanze pubbliche dello scorso del 7,9% del PIL è stato un risultato molto peggiore di quanto previsto inizialmente (il 5,5%). Il Governo dovrà di conseguenza proseguire nel suo piano di consolidamento fiscale se vuole evitare in futuro il deterioramento del suo rating.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google