Galko: 4.000 soldati slovacchi possono perdere il lavoro con tagli alla difesa

Se i tagli indicati nel bilancio del Ministero della Difesa per il 2012 si faranno, ciò si tradurrà in misure drastiche, ha detto ieri il Ministro della Difesa, Lubomir Galko (Libertà e Solidarietà / SaS). Il taglio sul bilancio della difesa dovrebbe essere di 746 milioni di euro, si legge nel progetto di legge del Ministero dell’Economia, che equivale allo 0,98% del PIL. Secondo Galko, una tale restrizione potrebbe portare al licenziamento di 4.000 soldati e significherebbe la fine di un’aviazione supersonica in Slovacchia. «Pure il Centro di Eccellenza che abbiamo aperto un paio di settimane fa sarà demolito. Si tratta di un unico centro … È il primo centro certificato Nato in Slovacchia», ha sottolineato Galko. Inoltre, minori fondi potrebbero avere un effetto negativo sugli impegni della Slovacchia in diverse operazioni internazionali.

Nella visita del Ministro Galko in Croazia martedì è stato nel frattempo ribadito l’intento di ridurre le truppe slovacche nella missione UNFICYP a Cipro, e pare che saranno truppe serbe (una quarantina di militari) a occupare i posti vacanti. Galko ne ha informato il Ministro della Difesa croato Davor Bozinovic, osservando che la riduzione «non cambierà nulla» sulla posizione della Slovacchia nella missione di peacekeeping. Bozinovic ha ringraziato la Slovacchia per il sostegno nel processo di integrazione nell’Unione Europea della Croazia, già membro Nato dall’aprile 2009, che attualmente gode dello status ufficiale di Paese candidato.

(Fonte TASR)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google