UniCredit: lancio dei micropagamenti contactless in Slovacchia anche prima del 2012

Diventerà presto popolare tra gli slovacchi pagare beni o servizi utilizzando tecnologie contactless, che permettono il trasferimento di piccole somme di denaro senza l’utilizzo di un PIN (Personal Identification Number). Il fenomeno vede le banche sempre più in competizione tra di loro nell‘introdurre innovazioni. Le classiche carte di pagamento in plastica saranno sostituite da diversi mezzi di pagamento, come orologi o adesivi con chip, che possono essere applicati su oggetti che portiamo con noi, come i telefonini. Secondo le banche è solo questione di tempo, e presto sarà possibile pagare direttamente con un telefono cellulare. «Penso che i progetti pilota potrebbero essere introdotti in Slovacchia già nel 2012, se non prima», ha detto il capo della divisione retail di UniCredit Bank Monika Kohutova. A sentire lei, la banca sta lavorando a diversi progetti che intendono estendere la possibilità per il grande pubblico di effettuare micropagamenti senza l’utilizzo di contanti o di carte. L’obiettivo di UniCredit è di rendere le loro carte multifunzionali, per essere utilizzata anche con applicazioni non-bancarie.

La contactless smartcard (CSC), o smartcard senza contatti, è una card che fa uso di tecnologie RFID per interagire con dispositivi che su di essa sono in grado di leggere e scrivere dati, e per eseguire la transazione basta farla passare vicino al lettore, senza alcun contatto fisico con lo stesso.

(Fonte Sario)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.