Miklos: il progetto di informatizzazione della P.A. slovacca dovrebbe essere accantonato

Il progetto di informatizzazione della Pubblica amministrazione centrale del valore di quasi 50 milioni di euro è stato davvero troppo sopravalutato, ha detto martedì il Ministro delle Finanze Ivan Miklos.«A parer nostro, il contratto era tre volte più caro di quanto avrebbe dovuto essere. Inoltre è stato procurato nel modo sbagliato», ha detto Miklos. Per questo motivo, il Ministro ha categoricamente rigettato la posizione dell’Ufficio del Governo, secondo il quale la cancellazione del progetto potrebbe avere un impatto negativo sull’implementazione degli altri progetti ministeriali come pure sul raggiungimento degli obiettivi fissati in merito all’informatizzazione della Pubblica amministrazione. «La realtà è esattamente l’opposto. Se non avessimo agito…il progetto mal preparato, eseguito e gestito non correttamente avrebbe minato il lancio dell’informatizzazione di tutti i ministeri», ha rimarcato Miklos.

Il Ministro delle Finanze ha aggiunto che un’ispezione condotta dall’Autorità di controllo degli Appalti pubblici (UVO) ha rivelato 15 difetti, incluso il mancato rispetto delle tempistiche del progetto. «Il contratto sulla fornitura dei servizi è stato siglato il 31 marzo del 2010. Un camion carico di computer e di licenze fu inviato sei settimane dopo. Nessuno l’ha preso in consegna fino ad ora e i computer sono ancora inscatolati, avvolti nella plastica», ha detto, aggiungendo che dal momento che il contratto riguarda servizi e non beni, il Portale elettronico centrale sarebbe di proprietà del fornitore e non dello Stato.

Sebbene il contratto possa essere cancellato solo dall‘Agenzia nazionale per i servizi di rete  ed elettronici (NASES) che ricade nell’ambito di competenza dell’Ufficio del Governo, il Ministro delle Finanze ha già deciso di cancellare il contributo finanziario dai fondi europei. «Se non avessimo tolto questo contributo, il progetto avrebbe dovuto essere pagato dal bilancio statale a causa di un gran numero di errori», ha detto.

Quindi il Ministero delle Finanze è giunto alla soluzione di avere tutti i progetti di informatizzazione della Pubblica amministrazione eseguiti in modo indipendente dai singoli ministeri e non sotto la gestione centralizzata. La piattaforma centrale stessa è necessaria, ma dovrebbe essere rilanciata il prossimo anno in condizioni di trasparenza e ad un prezzo molto più economico, ha detto Miklos.

L’ufficio del Governo non ha problemi a cancellare il contratto che non è mai stato approvato dall’attuale amministrazione dell’Ufficio governativo nè dall’Agenzia nazionale per i servizi di rete ed elettronici (NASES), ha fatto sapere l’ufficio stampa dell’Ufficio del Governo martedì.

Il contratto esistente verrà cancellato se il progetto futuro incontrerà i requisiti per il Portale centrale. Secondo l’Ufficio del Governo, la funzionalità del portale esistente deve essere comunque mantenuta prima che il nuovo progetto venga realizzato. «Anche se  la consegna di questo progetto chiave di informatizzazione rimane irrisolta, l’Ufficio del Governo non ritiene necessario commentare l’argomento», si legge in un comunicato dell’Ufficio del Governo.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google