Sufliarsky commenta gli ultimi polveroni della giustizia in Slovacchia

L’ozio della Corte Distrettuale di Bratislava I si nota dal rilascio delle 3 persone sospettate di traffico di droga, ha detto il direttore del dipartimento speciale dell’Ufficio del Procuratore generale, Peter Sufliarsky, a una conferenza stampa martedì. I 3 uomini erano stati trovati nei pressi di una pompa di benzina sulla via Einsteinova a Bratislava nel 2009, in possesso di 7 chili di eroina del valore di quasi 2 milioni di euro. Secondo le informazioni di Tasr, la droga proveniva dalla Macedonia, e, a parte uno slovacco, gli altri due uomini sono di nazionalità macedone. Secondo Sufliarsky, in seguito alle accuse avanzate sui tre uomini la Corte stava pensando di metterli in ulteriore custodia cautelare, ma così non è stato. Gli uomini sono stati quindi rilasciati lunedì. L’Ufficio del Procuratore generale ha saputo della notizia grazie a una telefonata fatta da persone fidate, ha detto Sufliarsky, intendendo si tratti di una soffiata.

Egli ha detto che la Corte avrebbe dovuto invitare il Procuratore a presenziare all’interrogatorio dei 3 sospetti, ma ciò non è stato fatto. All‘Ufficio del Procuratore è stato quindi impedito sia di partecipare all’interrogatorio sia di depositare un ricorso contro la decisione della Corte, ha sottolineato e, di conseguenza, egli intende riportare il caso all’attenzione del Ministro della Giustizia, Lucia Zitnanska.

Sufliarsky si è pronunciato anche su altri due casi che hanno sollevato più di una polemica. Il primo è il caso Mello, sospettato dell’omicidio di due persone e rilasciato la scorsa settimana su verdetto sempre della Corte Distrettuale di Bratislava I. «Sono stati commessi dei chiari errori processuali nel rilascio di Karol Mello, commessi sia dalla Corte che da un procuratore donna del dipartimento speciale dell’Ufficio del Procuratore generale», ha detto.

Dopo l’estradizione di Mello dalla Slovacchia alla Polonia lo scorso autunno, il suo caso è stato deciso da un singolo giudice della Corte Distrettuale di Bratislava I, mentre avrebbe dovuto essere seguito da un senato. Il procuratore donna, della quale non ha però voluto rivelare il nome, avrebbe dovuto riportare questo fatto all’attenzione della Corte, ha raccontato Sufliarsky. Dall’agenzia Tasr fanno sapere che si tratta di Eva Misikova, la donna che è stata la prima candidata della Coalizione di Governo per il posto di Procuratore generale nelle recenti vicende elettive.

Infine, Sugliarsky ha fato una dichiarazione sull’omicidio del noto avvocato penalista Ernest Valko: «L’indagine sta facendo progressi, sappiamo come si sono svolti i fatti e la risoluzione ormai è vicina».

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google