GGP ed Emerson: scioperi in Italia per spostamento produzioni in Slovacchia

A seguito della vertenza sindacale all’interno del Gruppo GGP di Castelfranco Veneto (TV), multinazionale dei rasaerba, la scorsa settimana si è registrato uno sciopero di tutti i 615 dipendenti della sede veneta per protestare contro l’annuncio di una ristrutturazione che prevede esuberi per 160 unità. I dipendenti protestano per la volontà di trasferire linee di produzione nell’impianto dell’azienda sito a Poprad, in Slovacchia. Un nuovo incontro fra azienda ed organizzazioni sindacali è previsto per il 30 maggio. I sindacati temono che, dopo questo primo pacchetto di licenziamenti, l’azienda voglia procedere con l’ulteriore smantellamento del segmento produttivo di Castelfranco e coinvolgere negli esuberi un ulteriore numero di lavoratori compreso fra le 40 e le 70 unità. Nei giorni scorsi, scrive il quotidiano La Tribuna di Treviso, il caso aveva suscitato particolare clamore anche a causa di una dichiarazione di un rappresentante della Caritas di Treviso, il quale aveva parlato della delocalizzazione come di un atto «simile a rubare». Il giorno seguente all’annuncio il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi aveva voluto incontrare gli esponenti dell’azienda e i vertici dei sindacati trevigiani, esprimendo la necessità di verificare attentamente il piano industriale di GGP.

L’azienda lamenta la concorrenza low-cost dalla Cina, che ha fatto capitolare anche un altro leader del mercato di riferimento come la società svedese Husqvarna, che ha deciso di delocalizzare in Polonia.

La fabbrica di Poprad, che ha realizzato mezzo milione di pezzi nell’ultima stagione, con 129 dipendenti fissi e altri 300 stagionali, grazie alle rinnovate strategie aziendali dovrebbe aumentare la produzione a 700 mila e i dipendenti di 100 unità, con investimenti rilevanti, soprattutto in tecnologie e innovazioni. Nella prossima stagione, poi, GGP pensa di produrre in Slovacchia fino a un milione di tosaerba.

Nel frattempo anche nel padovano si è visto un altro sciopero, alla Emerson Network Power di Tognana (PD), per difendere 157 posti di lavoro. L’azienda multinazionale mostra di non essere uscita dalla crisi del 2009, quando ha delocalizzazione in Slovacchia, e i sindacati l‘accusano di non aver rispettato il piano siglato con loro, nonostante, dicono, dieci milioni di utile netto nell’ultimo anno. Secondo i sindacati, nonostante l’azienda volesse licenziare 144 lavoratori nel 2009 portando parte della produzione nello stabilimento slovacco, un patto sottoscritto con l’azienda e ratificato dal Prefetto aveva scongiurato il piano aziendale con la promessa di un rientro della produzione e fine della cassa integrazione con esuberi quas nulli.

L’azienda però, denunciano i sindacalisti, «non ha rispettato il piano. Anzi, ha comunicato che è intenzionata ad aprire una nuova procedura di licenziamenti collettivi per 157 lavoratori. A fronte della nostra richiesta di utilizzare gli ammortizzatori sociali alternativi al licenziamento, come i contratti di solidarietà e la cassa integrazione, ci ha risposto che al licenziamento non c’è alternativa».

La rabbia dei lavoratori è scoppiata anche per il fatto che la decisione viene dopo un anno di profitti: 10 milioni sono l’utile netto del 2010. Dopo un primo sciopero dieci giorni fa, la protesta è destinata a durare se la società non verrà a patti. Emerson Network Power impiega 27.000 persone, dei quali 1.300 sono ingegneri, ed è parte del gigante globale Emerson che dà lavoro a oltre 127 mila dipendenti in 240 impianti nel mondo ed è attiva nella produzione di apparecchiature tecnologiche soprattutto domestiche e nel campo dell‘energia. Lo stabilimento slovacco si trova a Nove Mesto nad Vahom, nella Slovacchia occidentale.

(Fonte La Tribuna di Treviso, Il Mattino di Padova, La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google