La Belousovova esce da SNS e presenta nuovo partito questa settimana

L’ex vice-presidente dell‘SNS (Partito Nazionale Slovacco), Anna Belousovova, ha detto lunedì che presenterà il suo nuovo partito entro questa settimana, in una conferenza stampa prevista per il 27 maggio. «Sarà un partito di cui la Slovacchia ha bisogno per sopravvivere. Vorrei fosse un partito normale, che risponda ai bisogni della gente e faccia progredire il Paese», ha detto la Belousovova. «Tante persone ci stanno appoggiando, e siamo già coinvolti nella raccolta firme. Ci stanno chiedendo di lanciare la petizione», ha aggiunto. Quando le è stato chiesto se lascierà l’SNS per dedicarsi al suo nuovo partito, la Belousovova aveva detto ieri che lo farà sapere nei prossimi giorni. Oggi la risposta: i deputati Anna Belousovova e Rudolf Pucik hanno lasciato quest’oggi il gruppo parlamentare SNS, dicendo ai giornalisti che hanno già notificato per iscritto la cosa al Presidente del Parlamento Richard Sulik nonché al capogruppo SNS Rafael Rafaj.

Anna Belousovova ha corso per il posto di presidente SNS nel settembre 2010, come rivale del suo capo storico Jan Slota, criticando gli scandali che emersero durante il Governo 2006-2010, del quale il partito ha fatto parte. Non venne eletta, e le venne tolto allo stesso tempo il suo posto di vice-presidente. Da allora perse tutti gli altri ruoli nel partito, e fu anche cancellata dalla elezioni locali che si sono tenute a fine 2010. La Belousovova ha avuto una relazione on-off con Slota durata diversi anni. Questo portò nel 2002 il partito a presentarsi alle elezioni politiche nel 2002 diviso in due, quando entrambe le fazioni (una di Slota e una di Belousovova) fallirono la loro entrata in Parlamento.

«Non c’è alcun motivo di essere membri del gruppo [SNS] sulla carta, perchè in realtà nessuno [dei colleghi] vuole più comunicare con noi e siamo completamente ignorati», ha detto Pucik per giustificare la decisione. La Belousovova, comunque, non ha alcuna intenzione di dimettersi dalla carica di presidente della Commissione diritti umani e minoranze. «Penso che i 60.000 elettori che ho conquistato per SNS vogliono che io persegua un certo tipo di politica in questa posizione», ha detto, sottolineando che i rappresentanti SNS dovrebbero esserle grati che il partito ha raggiunto la soglia del 5% necessaria per entrare in Parlamento. Rafael Rafaj crede che il gruppo parlamentare di SNS continuerà comunque ad esistere con i suoi 7 deputati, mentre il leader del partito Jan Slota ha detto che aveva previsto questa mossa, e con una frase ironica (dicendo che entrambi i fuoriusciti vesstono i pantalono – riferendosi al carattere sanguigno della Belousovova) ha loro augurato «molta fortuna nella loro lotta politica per il bene della Nazione». Con questo, ha detto, considera l’argomento chiuso.

Il presidente della Commissione costituzionale Radoslav Prochazka (KDH) ha detto a Tasr che, secondo un rapporto approvato dalla Commissione dieci anni fa, un gruppo parlamentare richiede otto membri non solo per la sua creazione, ma anche per continuare ad esistere. Il regolamento di procedura, comunque, dice che sono necessari otto parlamentari per la fondazione del gruppo, per questo Prochazka non pensa che il gruppo di SNS, ora ridotto a sette parlamentari, debba sciogliersi. La dichiarazione della Commissione non è vincolante ed è solo una raccomandazione su come il Presidente dell’Assemblea Richard Sulik debba procedere. «Sta poi a lui dire cosa accadrà dopo», ha detto Prochazka.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google