Pravda: il welfare per i meno agiati nel mirino del Governo slovacco

Il fallimento del Governo nel coniare una soluzione per abbattere la povertà è rimpiazzato adesso da una campagna per castigare i poveri, scrive il quotidiano Pravda di venerdì. Il Gabinetto non è riuscito nel suo tentativo di creare posti di lavoro e adesso sta pensando di tagliare le prestazioni dello stato sociale e vincolarle alle «attività lavorative» dei loro beneficiari. Anche i sussidi familiari e i bonus per i figli sono stati presi di mira dal Governo. Alcuni esperti avvertono che il Gabinetto sta camminando sulla strada sbagliata, con un conseguente malcontento sociale, a meno che non venga creato lavoro per centinaia di migliaia di disoccupati.

In linea con la recente proposta del Ministero del Lavoro, Affari sociali e Famiglia, i benefici sociali dovrebbero essere divisi in due parti a partire dal 2012: uno sarà basato sulla solidarietà, l’altro sui meriti di ciascuno. Il Sottosegretario del Ministero, Lucia Nicholsonova, aveva detto in marzo che la «solidarietà» assicurerà ai bisognosi «un pasto caldo al giorno».

L’agenzia TASR ricorda l’ondata di saccheggi nei negozi che scoppiò tra i poveri rom nella Slovacchia orientale e centrale nel febbraio 2004, che per essere placata necessitò di diversi giorni e l’ìimpiego di oltre 2.000 poliziotti e soldati. I rappresentanti dei rom sostennero che gli incidenti erano il diretto risultato di una notevole riduzione delle prestazioni sociali dall’inizio del 2004.

(Fonte Pravda, TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google