Hockey: città e operatori soddisfatti a Kosice dagli affari del torneo, ma non a Bratislava

I rappresentanti del comune e quelli degli hotel di Kosice hanno espresso la loro soddisfazione per lo svolgimento dei Campionati del Mondo di hockey su ghiaccio 2011, che si sono giocati nelle arene del ghiaccio di Bratislava e Kosice tra il 29 aprile e il 15 maggio. La seconda città slovacca è stata visitata da migliaia di tifosi stranieri durante il torneo, e il portavoce della città Martina Viktorinova ha citato prime stime che parlano di circa 5.000 visitatori stranieri. «Il tasso di occupazione degli hotel in città ha raggiunto circa il 95%, e la maggior parte dei turisti provenivano da Austria e Svizzera fino al 4 maggio, e dopo soprattutto svedesi», ha commentato la Viktorinova.

Secondo il comune il maggior vantaggio del torneo – dal suo punto di vista – è il fatto che oltre 600 milioni di telespettatori in tutto il mondo hanno visto Kosice sui loro schermi TV. «La prendiamo come un’opportunità per rendere visibile Kosice prima del 2013, anno in cui la città diventa Capitale europea della cultura», ha detto la Viktorinova.  Kosice ha vissuto il torneo non soltanto all’interno della Steel Arena, ma anche in due “Fan Zones” in città – una su via Hlavna (l’arteria principale della città) e l’altra nei locali dell’anfiteatro nella zona Kosice-Sever. Le zone per i tifosi hanno brulicato di fan soprattutto durante le partite alle quali ha preso parte la nazionale slovacca, in genere con una folla di oltre 10.000 partecipanti. Il comune informa di non avere avuto disordini durante il torneo, rilevando soltanto «Due casi di borseggio in Hlavna», ha detto la Viktorinova.

Comunque, solo alcune delle partite giocate alla Steel Arena sono state sold-out, ma la presenza media è stata di poco più del 60%, hanno detto i funzionari, con un totale di 115.000 persone che hanno assistito alle partite dal vivo.

Per quanto riguarda la capitale Bratislva, invece, nonostante la generale soddisfazione dei rappresentanti cittadini, il quotidiano Hospodarske Noviny in prima pagina lunedì scriveva che il Campionato che si è chiuso domenica non è stato all’altezza delle aspettative degli albergatori e ristoratori, che lamentano scarsi affari – nonostante l’aumento dei prezzi – e la creazione di “Fan Zones”, che hanno attirato molti dei possibili clienti.

In aggiunta, ci sono stati meno della metà dei turisti dall’estero che erano stati previsti. Un albergatore interpellato dal quotidiano ha anche lamentato la scarsa capacità della nuova arena del ghiaccio – con circa 10.000 posti disponibili.

«C’è stato un maggiore interesse per l’alloggio soprattutto nell’ultima fase del Campionato, ma non è stato possibile procurare i biglietti per i gruppi numerosi», ha detto Marek Harbulak del Chopin Airporthotel. Inoltre, molti tifosi stranieri si sono spaventati dei prezzi elevati e delle limitazioni del traffico a Bratislava, in modo particolare i turisti di lingua tedesca e russi che si sono sistemati nella vicina Vienna. Il direttore dell’Associazione slovacca delle guide turistiche Marian Bilacic ha detto, tuttavia, che la Slovacchia si è guadagnata una buona reputazione e molti turisti potrebbero tornare nel giro di un paio di anni.

(Fonte TASR, HN)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google