I Ministeri del Lavoro e degli Interni impegnati nella distribuzione dei contributi

Il Ministro del Lavoro Viera Tomanova, secondo una nota del Ministero di ieri, avrebbe disposto la distribuzione di aiuti a 1 105 persone colpite dalle inondazioni di Maggio e di Giugno pe un totale di 672 mila euro dal fondo umanitario. Il denaro sarà distribuito attraverso 18 Centri per il Lavoro, gli Affari Sociali e la Famiglia (UPSVaR) e 92 uffici delle autorità locali. Gli aiuti, che non possono superare gli 800 euro a persona, saranno in media di 608 euro. I primi versamenti avrebbero dovuto essere già effettuai ieri, come la Tomanova aveva affermato durante la sessione straordinaria del Governo di Sabato. L’aiuto sarà destinato soltanto ai maggiormente colpiti, per acquisti di emergenza necessari per la sopravvivenza, come cibo e abiti.

Il Ministro degli Interni Robert Kalinak, dal canto suo, ha informato ieri in una conferenza stampa che il sistema di compensasione e di aiuti umanitari è partito nel weekend con circa 17-18 mila famiglie che saranno risarcite in un primo momento, con importi dai 300 euro per un danno leggero fino ai 3000 per una casa pesantemente danneggiata. A sentire il Ministro le case completamente distrutte sono forse 80-100 in tutto. Questo denaro sarà destinato per le prime necessità, ed il piano completo di risarcimenti sarà messo in moto in questo e nel prossimo mese. I sindaci stanno al momento stilando gli elenchi con gli indirizzi delle persone che hanno subito danni dalle inondazioni, l’estensione dei danni e così via. «Si stanno preparando le liste quanto più velocemente possibile, così da poter far partire il piano di aiuti al più presto» ha detto Kalinak, che comunque afferma che il “primo giro” di aiuti, data la fretta, non potrà essere del tutto accurato.

(Fonte TASR, La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.