Gli slovacchi lavoreranno per lo Stato più a lungo quest’anno

Gli slovacchi lavoreranno più a lungo per lo Stato quest’anno, più di quanto non abbiano fatto nel 2009, in quanto il Tax Freedom Day è stato rinviato dal 3 Giugno al 7 Giugno, ha detto il direttore della Fondazione F.A.Hayek, Matus Posvanc, in una conferenza stampa a Bratislava, Venerdì.

Il “Tax Freedom Day” è il giorno simbolico dell’anno nel quale i dipendenti saldano tutte le tasse e le detrazioni per l’anno, e da lì in poi – metaforicamente parlando – cominciano a lavorare, e guadagnare, solo per se stessi.

Ciò significa che il settore privato produrrà risorse per il bilancio dello Stato, i fondi statali, la previdenza statale Socialna poistovna e le assicurazioni sulla vita, e poi per i villaggi, le città e il Fondo di Proprietà Nazionale (FNM) per ben 106 giorni lavorativi nel 2010.  «Questo è stato causato da un elevato grado di ridistribuzione nell’economia e dalla mancanza di volontà da parte del Governo di introdurre misure di “austerity” durante la crisi. Quindi, il grado di redistribuzione è tornato al livello del 2005», ha detto Posvanc.

Secondo la Fondazione, il grado stimato di redistribuzione globale in Slovacchia sarà pari al 42,3 per cento del PIL di quest’anno, con lo Stato che ridistribuirà 42 centesimi per ogni euro prodotto in Slovacchia. «Espresso in giorni lavorativi, significa che i cittadini slovacchi stavano dando tutte le loro entrate allo Stato fino al 4 giugno, mentre si inizierà a lavorare per se stessi, solo dal 7 giugno», ha detto Posvanc. L’Associazione dei Contribuenti Slovacchi, insieme alla Fondazione F.A. Hayek, hanno istituito il Tax Freedom Day dall‘anno 1999.

(Fonte TASR, a cura di Marco Monterosso)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.