INESS: lo Stato slovacco ha sprecato 500 milioni di euro nel 2010

Secondo il gruppo di esperti dell’INESS (Istituto di Economia e Studi Sociali), nel corso dell’anno elettorale 2010 il Governo ha speso qualcosa come 484 milioni di euro in modo inefficiente. «Questa somma include ad esempio i contributi a fondo perduto dati alle aziende statali che producono in perdita, i fondi sprecati nelle cosiddette imprese sociali [inventate dall’ex Ministro del Lavoro Tomanova-NdR], il denaro che lo Stato deve restituire all’UE e molti altri casi di spreco di denaro pubblico in acquisti di beni e servizi per lo Stato», è scritto sul blog di INESS. Lo Stato ha sprecato 356 milioni di euro in media ogni anno da quando il progetto di monitoraggio dell’Istituto fu lanciato nel 2007.

INESS ha dichiarato che gli sprechi del 2010 equivalgono al volume di risorse usato nell’educazione secondaria. E la somma dei casi definiti col termine «clientelismo», rivelati nel 2010, ha raggiunto circa 102 milioni di euro, che è inferiore della media annuale di 134 milioni da quando fu lanciato il progetto.

Secondo la sintesi della ricerca, ci sono state offerte d’appalto sospette nei Ministeri dell’Educazione e della Difesa, nelle attività del Fondo terriero slovacco e nei contratti dell’Ufficio di Governo, che sono attualmente indagati dalla Polizia. Il clientelismo si è verificato anche a livello municipale e locale.

INESS ha anche analizzato le cause legali che hanno coinvolto lo Stato e la Pubblica amministrazione. «I casi di processi chiusi di cui i media hanno riportato negli ultimi 5 anni sono costati in totale 105 milioni di euro», dice l’Istituto. Il database INESS contiene 530 casi documentati di spreco di fondi pubblici e clientelismo che sono arrivati sulla carta stampata dal 2007.

(Fonte webnoviny.sk)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.